RECENSIONI

Genitori e allievi parlano di noi…

Ciao a tutti, siamo Nicolò e Beatrice, ex studenti della Scuola Materna Riva Rocci.
Gli anni dell’asilo sono stati bellissimi, ci siamo sempre divertiti e la mensa era davvero buona: di mattina quando arrivavamo sentivamo già i profumi venire dalla cucina e ci facevano venire l’acquolina.
Abbiamo fatto molte esperienze interessanti, tipo il corso di scacchi, dove eravamo noi le pedine e per distinguere una squadra dall’altra avevamo delle magliette bianche o nere dei nostri genitori, che arrivavano quasi fino ai piedi!
Ma la cosa più bella era giocare con i nostri amici e fare tutti i lavoretti insieme alle maestre: abbiamo ancora i quadernoni con la raccolta dei nostri capolavori, un quadernone per ogni anno, che la maestra ha fatto per noi.
C’era anche il corso di inglese, che terminava con un test orale al Blaise Pascal.
I ricordi belli sono tanti, ma ce ne sono alcuni che non dimenticheremo mai, ad esempio l’anno che per la festa del papà avevamo organizzato la colazione, servita da noi ai nostri papà. Per loro era stata davvero una sorpresa.
Invece per la festa della mamma avevamo organizzato dei trattamenti di bellezza: avevamo messo le mantelline alle mamme e poi avevamo fatto dei trattamenti, tipo mettere le fettine di cetriolo sugli occhi. Solo che io, Beatrice, quando è arrivata la cuoca Elena con il piatto di fettine di cetriolo, non avendo capito bene cosa dovessi farne, me le sono mangiate e sono tutti scoppiati a ridere!
Dpo pranzo facevamo sempre la nanna, tranne l’ultimo anno, dove di pomeriggio si facevano altre attività.
Quando il tempo era bello si giocava fuori con i giochi in giardino, e si interagiva con le altre classi. Ma il momento più divertente era quando si andava a giocare nel boschetto dietro all’edificio, in cui c’era un percorso avventura che terminava con la carrucola.
Ci siamo divertiti molto e speriamo che vi divertirete anche voi!

Nicolò e Beatrice Rege – 13 e 10 anni

La prima impressione che ho avuto quando siamo entrati per la prima volta a scuola è stata quella di trovarmi di fronte ad una squadra affiatata.

Dietro la foresta di ranocchie, farfalle, stelle marine, scoiattoli, delfini e coccinelle ci sono le maestre, ognuna con il proprio mondo pieno di colori, lavoretti, canzoni; e come in un dipinto ad acquerelli fatto dai pulcini, ogni pennellata di colore diverso dà un risultato armonico ed equilibrato al complesso.

Questa è l’aria che si respira.

Chiunque passa davanti alla cucina fa le occhiate dolci alla cuoca Elena per poter partecipare a uno dei suoi pranzi, di cui i bambini amano parlare quando arrivano a casa (sottolineando allo stesso tempo, la scarsità della cucina materna! Chiedete, è sempre tutto buono).

Ci sono Gianni e Nico dei quali i bambini parlano moltissimo (quasi sempre cantando, ma metto tra i vantaggi imparare a quarant’anni quali sono i colori del rainbow in english e che dopo el taco y punta si applaude e si fa una vuelta entera).

È la scuola delle passeggiate nel boschetto, delle uscite anche quando c’è la neve, della pioggia di foglie secche, dello studio delle stagioni dal vivo, della caccia all’uovo di Pasqua, del pranzo di Natale vestiti eleganti, della festa di Carnevale, dei murales, delle favole belle raccontate sottovoce appena svegli, dei festeggiamenti di compleanno con la torta Pandistelle.

E in ogni attività c’è sempre partecipazione entusiasta, una sana dose di follia infantile e amore per il proprio lavoro; quando serve, anche fermezza nell’educare al rispetto delle regole, dolcezza e disponibilità all’ascolto.

È la scuola che ci si aspetta, per le personcine a cui teniamo di più.

Maria Clara

Ho mandato i miei bambini al Riva Rocci, non potevo fare scelta migliore!

L’ambiente è familiare e curato, le maestre hanno sempre il sorriso sulle labbra e una parola dolce ed incoraggiante al bisogno. La direttrice Patrizia è una donna in gamba, amante del suo lavoro, che si impegna per la felicità dei bambini e quella dei genitori.

Le cuoche della mensa sono leggendarie, il menù è salutare e vario e soprattutto piace molto ai bambini, anche a quelli con gusti un pò difficili. Il clima è sereno e adatto a tutti. C’è un ampio parco giochi, le aule sono colorate e spaziose, piene di materiale per lavoretti e giochi, i bambini tornano a casa con il sorriso e tante nuove cose da raccontare.

Ancora adesso i miei figli ricordano i bei vecchi tempi passati al Riva Rocci.

Stefania

Sono la madre di due ex allievi , Matteo classe 1994 e Tommaso classe 1996.
L’asilo Riva Rocci è stata la migliore scuola dell’intero ciclo scolastico (ormai i miei figli sono adulti ed entrambi laureati)
E lo dico non solo perché quando si hanno figli piccoli tutto sembra poetico, ma perché è una scuola dove al centro ci sono i bimbi ma anche le famiglie 
Vi è una mensa fresca con delle cuoche di eccellenza (chi si scorda le lasagne fatte in casa) , delle insegnanti attente anche agli aspetti emotivi e psicologici dei bambini. Vi è un bellissimo parco giochi, attività ludiche e didattiche , e laboratori 
Nessuna scuola , non si offenda nessuno, è più stata a quell’altezza.
Il mio sogno? Frequentare ancora per un giorno quell’asilo che non è stato solo quello dei miei figli ma moltissimo tempo fa anche il mio, e vedere eventuali nipoti ancora tra quei banchi
Grazie per sempre a Patrizia e il suo meraviglioso staff.
Giancarla

DOVE SIAMO

PER CONTATTARCI

11 + 15 =